Correzione: errore di ripristino BlueScreen 0xc0000017 su Windows 10

Il codice di errore 0xc0000017 viene visualizzato dopo un'installazione pulita o aggiornamenti non riusciti che terminano con un BSOD (Blue Screen of Death). È accompagnato dal messaggio di errore " Memoria insufficiente per creare un dispositivo ramdisk". Questo codice di errore si ferma per STATUS_NO_MEMORY e segnala che non è disponibile memoria virtuale sufficiente o le quote dei file di scambio per le posizioni specificate.

Cosa sta causando il BSOD 0xc0000017 su Windows?

  • Interferenza antivirus di terze parti : se riscontri il problema durante il tentativo di aggiornamento a Windows 10 da una versione precedente di Windows, il primo colpevole che dovresti esaminare è la tua suite antivirus. È possibile che determini che l'operazione non è sicura, quindi interrompe le comunicazioni tra lo strumento di aggiornamento e il server Microsoft esterno. In questo caso, è possibile risolvere il problema arrestando o disinstallando la suite di sicurezza di terze parti mentre il processo di aggiornamento è attivo.
  • RAM insufficiente : se si dispone di molti dispositivi collegati tramite USB ma non molta RAM, è possibile che questo problema si verifichi a causa del fatto che l'hardware non è in grado di allocare memoria sufficiente per completare il processo di aggiornamento. In questo caso, una soluzione che ti consentirà di completare il processo senza aggiornare l'hardware è scollegare tutti i dispositivi USB non essenziali.
  • Driver della scheda madre obsoleto : a quanto pare, un altro potenziale colpevole che solleverà questo problema è un driver della scheda madre incompatibile che non è in grado di supportare Windows 10. Se questo scenario è applicabile, è possibile risolvere il problema aggiornando i driver della scheda madre alle versioni più recenti .
  • Blocchi di memoria danneggiati: come confermato da Microsoft, questo problema può verificarsi anche a causa di una serie di blocchi di memoria danneggiati che impediranno al sistema operativo di creare l'ambiente Windows PE necessario per l'aggiornamento. In questo caso, è possibile risolvere il problema eliminando le voci di memoria danneggiata da un prompt CMD elevato.
  • La grafica ibrida è abilitata : se stai utilizzando un modello Zbook HP, è probabile che tu stia riscontrando questo problema a causa del fatto che la grafica ibrida è abilitata nelle impostazioni del BIOS. Per risolvere questo problema, accedi semplicemente alle impostazioni del BIOS e disabilita la grafica ibrida o passale a Grafica discreta.
  • Diverse interferenze di terze parti : a quanto pare, esistono diverse applicazioni di terze parti diverse che potrebbero causare questo codice di errore, comprese le app di utilità. Per assicurarsi che nessun servizio o processo di terze parti stia causando questo problema, eseguire un avvio pulito e riprovare il processo ancora una volta.

Metodo 1: arresto della suite AV (se applicabile)

Se stai riscontrando questo problema quando tenti di aggiornare la tua versione di Windows a Windows 10, dovresti iniziare questa ricerca di risoluzione dei problemi eliminando la possibilità di interferenze di terze parti. A quanto pare, è possibile che una suite antivirus iperprotettiva stia interrompendo l'operazione di aggiornamento a causa di un falso positivo.

Comodo, Avast, McAffee sono più comunemente segnalati per causare questo comportamento, ma potrebbero essercene altri. Se questo scenario è applicabile e stai effettivamente utilizzando una suite di terze parti che potrebbe causare questa interferenza, dovresti testare per vedere se l'operazione ha esito positivo se lo fai mentre la suite antivirus è disabilitata o disinstallata.

Puoi iniziare le cose lentamente disabilitando la protezione in tempo reale e riprovando il processo di aggiornamento. Se il BSOD 0xc0000017 non viene più visualizzato, puoi concludere che il problema era causato dal tuo AV. Con la maggior parte delle suite di sicurezza, puoi farlo direttamente dal menu della barra delle applicazioni.

Tuttavia, se si utilizza una suite di sicurezza di terze parti che include un firewall, disabilitare la protezione in tempo reale non sarà sufficiente poiché la stessa suite di sicurezza rimarrà saldamente in posizione. Se questo scenario è applicabile, l'unica soluzione praticabile è disinstallare completamente Antivirus + firewall e assicurarsi che non vi siano file rimanenti che potrebbero ancora causare lo stesso comportamento.

Ecco una guida rapida su come disinstallare la suite problematica di terze parti e rimuovere eventuali file rimanenti che potrebbero ancora impedire l'esecuzione dell'aggiornamento:

  1. Premi il tasto Windows + R per aprire una finestra di dialogo Esegui . Quindi, digita "appwiz.cpl" e premi Invio per aprire il menu Programmi e funzionalità .
  2. Una volta entrati nel menu Applicazioni e funzionalità , scorri l'elenco delle applicazioni installate e individua la suite di sicurezza di terze parti che desideri disinstallare. Quando lo vedi, fai clic destro su di esso e scegli Disinstalla dal menu contestuale appena apparso.
  3. Segui le istruzioni sullo schermo per completare l'installazione, quindi riavvia il computer per salvare le modifiche.
  4. Apri questo articolo ( qui ) e segui le istruzioni per rimuovere eventuali file residui associati alla suite AV che hai appena disinstallato.

Se lo stesso problema si verifica ancora o questo metodo non era applicabile al tuo particolare scenario, passa alla potenziale soluzione successiva di seguito.

Metodo 2: scollega tutti i dispositivi esterni

0x0000017 è associato a "memoria danneggiata", ma in realtà il problema molto probabilmente si verifica perché l'allocazione di memoria è troppo alta, quindi il sistema non ha abbastanza per completare il processo di aggiornamento / installazione.

Questo può essere risolto facilmente aggiungendo RAM aggiuntiva, dotando il tuo computer dell'hardware necessario per completare il processo.

Ma se non hai intenzione di aggiornare le specifiche del tuo PC, probabilmente puoi semplificare l'allocazione della memoria scollegando ogni dispositivo USB non necessario. Diversi utenti interessati hanno confermato che questo metodo ha avuto successo per loro.

Se il dispositivo non è in esecuzione, non è necessario consentirgli di riservare memoria. Con questo in mente, scollega tutti i dispositivi USB non essenziali e ripeti il ​​processo che stava causando 0xc0000017 - Non c'è abbastanza memoria per creare un dispositivo ramdisk.

Se questo scenario non è applicabile o stai cercando un approccio diverso, passa alla potenziale soluzione successiva di seguito.

Metodo 3: aggiornamento dei driver della scheda madre

A quanto pare, questo problema può anche essere causato da un driver della scheda madre gravemente obsoleto che non è compatibile per ospitare Windows 10. Diversi utenti che riscontriamo l'errore 0xc0000017 durante l'aggiornamento a Windows 10 hanno segnalato che il processo è finalmente riuscito dopo aver aggiornato il driver della scheda madre all'ultima versione.

Windows Update è notoriamente noto per non riuscire ad aggiornare i driver della scheda madre, quindi è probabile che tu debba farlo manualmente.

Ecco una guida rapida su come aggiornare manualmente la scheda madre:

  1. Visita il sito Web ufficiale del produttore della scheda madre e scarica i driver più recenti disponibili. Se non conosci il tuo modello di scheda madre, puoi scaricare e utilizzare Speccy per scoprirlo.

    Nota: assicurati di scaricare i driver della scheda madre dai canali ufficiali. Stai lontano da siti Web di download di terze parti a meno che non sia assolutamente necessario esaminarli.

  2. Aprire l'eseguibile di installazione e seguire le istruzioni sullo schermo per installare il driver che in precedenza non era stato installato.
  3. Una volta completata l'installazione, riavvia il computer e verifica se il problema è stato risolto al successivo avvio del sistema.

Se lo stesso codice di errore 0xc0000017 si verifica ancora o si dispone già della versione più recente del driver, passare alla potenziale correzione successiva di seguito.

Metodo 4: pulizia delle voci di memoria danneggiate

Microsoft ha già esaminato questo problema e ha confermato che questo particolare problema può verificarsi anche nei casi in cui il sistema operativo tenta di creare il disco RAM per l'ambiente Windows PE durante il processo di avvio. Se durante questa operazione vengono rilevati blocchi di memoria danneggiati nell'archivio BCD, ci si può aspettare di vedere il codice di errore 0xc0000017  come risultato.

Se questo scenario è applicabile, è possibile risolvere il problema abbastanza facilmente utilizzando una serie di comandi CMD in grado di controllare e pulire le voci di memoria danneggiate nell'archivio BCD. Ecco una guida rapida su come eseguire questa operazione:

  1. Premi il tasto Windows + R per aprire una finestra di dialogo Esegui . Quindi, digita "cmd" all'interno della casella di testo e premi Ctrl + Maiusc + Invio per aprire un prompt dei comandi con privilegi elevati. Quando si arriva al prompt Controllo account utente (UAC), fare clic su Sì per approvare la richiesta dell'amministratore.
  2. Una volta all'interno del prompt dei comandi con privilegi elevati, digita il seguente comando e premi Invio per elencare tutte le voci di memoria danneggiata:
    bcdedit / enum {badmemory}
  3. Nel caso in cui l'indagine sopra abbia mostrato che l'archivio BCD contiene effettivamente blocchi di memoria danneggiati che impediscono la creazione del ramdisk, il passo successivo è pulire quelle voci. Per fare ciò, digita il seguente comando e premi Invio:
    bcdedit / deletevalue {badmemory} badmemorylist
  4. Al termine del processo, riavvia il computer e verifica se il problema è stato risolto al successivo avvio del sistema.

Se riscontri ancora il codice di errore 0xc0000017  anche dopo aver seguito le istruzioni precedenti, passa alla potenziale correzione successiva di seguito.

Metodo 5: disabilitazione della grafica ibrida dal BIOS

A quanto pare, questo problema può verificarsi anche a causa di una funzionalità GPU presente sulle schede GPU AMD integrate denominate grafica ibrida. Diversi utenti interessati hanno confermato che dopo essere entrati nelle impostazioni del BIOS e aver disabilitato Hybrid Graphics dal menu Configurazione dispositivo, il processo di aggiornamento / installazione pulita è stato completato correttamente senza ulteriori problemi.

Questo metodo viene generalmente segnalato per avere successo con i modelli ZBook prodotti da HP.

Ecco una guida rapida sulla disabilitazione della grafica ibrida dalle impostazioni del BIOS:

  1. Accendi il computer (o avvia un riavvio se è già acceso). Non appena viene visualizzata la schermata di caricamento iniziale, premere ripetutamente il pulsante Setup (tasto BIOS).

    Nota : con la maggior parte delle schede madri, la chiave di configurazione verrà visualizzata sullo schermo. Ma nel caso in cui non lo vedi, puoi cercare online istruzioni specifiche su come inserire le impostazioni del BIOS in base al modello della tua scheda madre.

  2. Una volta che sei riuscito ad entrare nelle impostazioni del BIOS, usa il menu di navigazione per accedere al menu Avanzate . Una volta dentro, seleziona il menu Configurazione dispositivo e assicurati che il Dispositivo grafico sia impostato su Grafica discreta invece che su Grafica ibrida.

    Nota: se trovi un'opzione che ti consente di impostare Hybrid Graphics su Disabled, fallo.

  3. Assicurati di salvare la possibilità scegliendo Salva modifiche ed esci dal BIOS .
  4. Una volta completata la sequenza di avvio successiva, verifica se lo stesso problema si verifica ancora.

Se lo stesso problema persiste, passare al metodo successivo di seguito.

Metodo 6: aggiornamento dopo un avvio pulito (se applicabile)

A quanto pare, ci sono molti potenziali colpevoli che potrebbero essere responsabili dell'apparizione di questo problema. E non sono solo le suite antivirus di terze parti che potrebbero interferire con l'installazione dell'aggiornamento, è anche un'app di utilità che normalmente non è sospettata in uno scenario in cui è coinvolto un BSOD.

Se stai riscontrando il BSOD 0xc0000017  durante un tentativo di aggiornare una versione precedente di Windows a Windows 10, dovresti eliminare la possibilità di un'interferenza di terze parti tentando di nuovo l'aggiornamento dopo un avvio pulito.

Quando si raggiunge uno stato di avvio pulito, il computer verrà avviato senza alcun tipo di servizio, processo o elemento di avvio di terze parti che potrebbe ostacolare il processo di aggiornamento.

Ecco una guida rapida per ottenere uno stato di avvio pulito in cui è possibile ritentare l'operazione:

  1. Aprire un Esegui finestra di dialogo premendo il tasto Windows + R . Una volta all'interno della finestra di esecuzione, digita " msconfig"  e premi Invio per aprire il menu Configurazione di sistema . Dopo che ti viene richiesto dal controllo dell'account utente (UAC) , fai clic su per concedere l'accesso come amministratore.
  2. Una volta che sei riuscito ad entrare nel menu Configurazione di sistema , fai clic sulla scheda Servizi nella parte superiore del menu. Quindi, inizia assicurandoti che la casella associata a " Nascondi tutti i servizi Microsoft " sia selezionata. Ciò garantirà di non disabilitare erroneamente alcun servizio essenziale per il tuo sistema operativo.
  3. Una volta che ogni servizio Microsoft è stato escluso dall'elenco, fare clic sul pulsante Disabilita tutto per impedire efficacemente che qualsiasi tipo di servizio di terze parti venga chiamato in azione durante la successiva sequenza di avvio.
  4. Dopo che i servizi sono stati gestiti, vai alla scheda Avvio e quindi fai clic su Apri Task Manager dal menu successivo.
  5. Verrai quindi trasportato direttamente nella scheda Avvio di Task Manager. Una volta arrivato, seleziona sistematicamente tutti i servizi di avvio di terze parti e fai clic sul pulsante Disabilita nella parte inferiore dello schermo per escluderli dall'avvio al successivo avvio del sistema. Fallo fino a quando non ti sei assicurato che nessun servizio di avvio può essere eseguito al successivo avvio del sistema.
  6. Una volta raggiunto questo passaggio, vengono raggiunti i motivi per lo stato di avvio pulito. Ora, per trarne vantaggio, riavvia semplicemente il computer.
  7. Al successivo avvio, il computer si è avviato SOLO con i servizi ei processi essenziali. Per verificare se un elemento di terze parti stava causando il codice di errore, ripetere il processo di aggiornamento e vedere se il problema è stato risolto.